Il Trust – Istituto Giuridico

Il trust è un istituto giuridico che trae le proprie origini dal sistema di common law e, in particolare, nasce in Inghilterra, Stato in cui si è svolta la sua evoluzione fino ai giorni nostri.
Empiricamente può essere definito come una "cassaforte giuridica", per la sua funzione di proteggere beni e diritti.
L’enorme potenzialità del trust consiste nella capacità di colmare lacune presenti in altri istituti giuridici per garantire piena tutela a interessi di natura sociale, commerciale o di singoli soggetti che non ricevono da essi adeguata protezione, in particolare se appartenenti ai tradizionali sistemi di civil law.
Il trust può essere definito come un rapporto fiduciario in virtù del quale colui (trustee) che detiene la proprietà formale su determinati beni o diritti è tenuto a custodirli, amministrarli e servirsene a “vantaggio” di uno o più beneficiari, oppure per il raggiungimento di un certo scopo. Il Trustee “deve” disporre o gestire i beni affidatigli, secondo il programma previsto dal Disponente nell’atto istitutivo.
Il Disponente è il soggetto (persona fisica o giuridica) che costituisce il trust mediante il trasferimento della proprietà dei beni o diritti al trustee (anch’esso persona fisica o giuridica), con un atto volontario in cui sono definite le regole dello stesso e i compiti dei soggetti coinvolti.
Nella maggior parte dei casi, il Disponente nomina se stesso o un altro soggetto (persona fisica o giuridica) quale Guardiano del Trust, con poteri di controllo sull’operato del trustee, sempre secondo il programma previsto dal Disponente nell’atto istitutivo. Si sottolinea l’importanza della “rendicontazione” periodica dell’attività compiuta da parte del trustee.
Segregazione di beni
Il termine "segregazione" va inteso nel significato positivo di "protezione", che si riferisce a interessi meritevoli di tutela in senso generale e che si “concretizza”, nella maggior parte dei casi, in una protezione patrimoniale (atta appunto a garantire tali interessi). La protezione va anche intesa nel senso di garanzia di riservatezza dei soggetti coinvolti.
Si può affermare che il trust è molto più che un atto di segregazione: con l’istituzione di un trust, il trustee prende nelle proprie mani un interesse che diventa prioritario sugli altri e lo tutela secondo la legge che regola i trust, per realizzare questa "segregazione".
Gli scenari di applicabilità di questo istituto giuridico siano molteplici.